Il vostro progetto di agricoltura urbana?

Urban farming

L’agricoltura urbana è il futuro

Urban farming o l’agricoltura urbana è la coltivazione di ortaggi ed erbe aromatiche in un ambiente urbano. Quindi non come siamo soliti immaginarla in una serra o in un campo.
I vantaggi dell’agricoltura urbana sono infiniti. Non vengono utilizzati pesticidi e le piante vengono coltivate direttamente dai consumatori. Non c’è niente di più fresco di così! Di conseguenza si risparmia molto denaro ed energia sui costi di trasporto e stoccaggio. La maggior parte delle verdure acquistate in negozio ha viaggiato per migliaia di chilometri prima di essere messa in vendita. Di solito, sono stati conservate refrigerate per tutto questo tempo, il che a sua volta ha un impatto sull’ambiente e sulla freschezza.

17 anni di esperienza con i sistemi di coltivazione indoor

Coltivare piante in uno spazio chiuso è una pratica che abbiamo imparato attraverso molti tentativi ed errori. 17 anni di progettazione, produzione e test di grow box ci hanno portato a un enorme quantità di conoscenze. Con questa conoscenza ed esperienza, ora possiamo realizzare rapidamente un progetto per un orto urbano al coperto in cui le verdure e le erbe aromatiche possono essere coltivate tutto l’anno. Questo può avvenire in una scuola, un ristorante, una casa di cura o un container in un parcheggio!
Oltre al know-how, disponiamo di un nostro laboratorio e di un’ampia gamma di attrezzature tecniche per l’orticoltura. Possiamo progettare un’installazione su misura e trasformare qualsiasi luogo in un orto cittadino. Questo può essere fatto in qualsiasi luogo in cui si desidera e per qualsiasi scopo. Ad esempio, una scuola dove le persone vogliono coltivare per motivi educativi. Oppure per ragioni estetiche in un negozio, come attività sociale e diurna in una casa di riposo. Un ristorante dove gli chef stessi raccolgono quei raccolti speciali che non sono disponibili da nessun’altra parte. O in un container marittimo completamente convertito che viene collocato in un luogo in cui c’è un bisogno temporaneo di verdure fresche.

Multistrato nell’agricoltura urbana

La maggior parte dei nostri progetti di agricoltura urbana sono sistemi di coltivazione multistrato.
Utilizzando più strati, si crea molta superficie di coltivazione per metro quadrato disponibile. I sistemi possono essere utilizzati per coltivare piante in vaso con terriccio o in idroponica, caso in cui non viene utilizzato alcun mezzo di coltivazione.

Consumo sostenibile di acqua ed elettricità

Le nostre installazioni di coltivazione sono sistemi di ricircolo. Ogni goccia d’acqua non direttamente assorbita dalle piante viene restituita in un serbatoio d’acqua e nuovamente offerta alle piante.
Le luci di coltivazione a LED ad alta efficienza energetica che forniscono luce alle piante emettono poco calore. Pertanto, l’evaporazione dell’acqua da parte della pianta è ridotta al minimo.
Con un consumo energetico relativamente basso, questi LED creano abbastanza luce nello spettro giusto per coltivare tutti i tipi di verdure ed erbe aromatiche senza l’aggiunta di luce solare esterna. Ciò include la maggior parte delle verdure a foglia, delle erbe aromatiche, ma anche dei fiori commestibili come l’oxalis.
Questi fattori consentono di utilizzare qualsiasi spazio inutilizzato come giardino urbano. Finché c’è acqua ed elettricità.

Semplicità

Forse il più grande vantaggio dei nostri sistemi di agricoltura urbana è che sono facili da mantenere e utilizzare. Sono molto “semplici” e non hanno software di controllo complicati o altre apparecchiature che possono essere utilizzate solo da professionisti.
La semplicità dei nostri sistemi permette a tutti di diventare coltivatori urbani. Ovviamente siamo sempre disponibili per aiutarti e consigliarti.

A titolo esemplificativo, riportiamo di seguito la descrizione di un progetto che abbiamo recentemente portato a termine.

All’inizio di dicembre 2021 abbiamo realizzato la prima parte di questo progetto nel seminterrato del ristorante “Het Seminar” a Zenderen, Paesi Bassi. Het Seminar, in possesso di una stella Michelin verde, punta a diventare autosufficiente al 100%. Oltre a prati, orti e una foresta alimentare, ora c’è anche un giardino interno.

La prima parte è costituita da 10m2 di superficie di coltivazione, distribuita su 2 piani, per la coltivazione di verdure a foglia ed erbe aromatiche.
L’allestimento consiste in una scaffalatura portapallet in cui sono posizionati 10 vassoi di coltivazione di 140 x 70 x 15 cm. Questi vengono continuamente riempiti da un serbatoio d’acqua (bidone su ruote) con una soluzione di acqua/nutrienti fino a raggiungere un livello di circa 5 cm. Con questo metodo di idro-coltivazione, le piante pendono direttamente con le loro radici nell’acqua. Quindi nessun si rischiano disastri con il terreno o altri mezzi di coltivazione.

Per l’illuminazione, abbiamo optato per 18 barre di coltivazione a LED da 80 Watt. L’intera installazione consuma 1440 Watt per l’illuminazione. Inoltre, circa 300 Watt di elettricità vengono consumati da pompe e sistemi di ventilazione.

A febbraio 2022 ci è stato chiesto di costruire una seconda parte. Questa volta per coltivare pomodori e peperoni. La coltivazione idroponica pare fosse adatta perché anche qui si doveva applicare questo metodo.
Questa volta abbiamo utilizzato tubi quadrati in PVC lunghi 150 cm. 7 pezzi in totale. Per creare lo stesso “look” del primo allestimento, abbiamo nuovamente utilizzato una scaffalatura portapallet per posizionare i tubi. Anche qui le piante sono in ceste che sono collegate a due serbatoi d’acqua (cestini) per l’approvvigionamento e lo scarico dell’acqua.

Poiché le piante di pomodoro e peperone possono crescere abbastanza grandi, è possibile realizzare un solo piano. Le piante da fiore e da frutto in crescita richiedono molta più luce rispetto alla coltivazione di verdure ed erbe a foglia. Ecco perché è stato necessario regolare anche l’illuminazione. In questo rack per la coltivazione di pomodori di circa 3,4 m2 di superficie vengono utilizzate 4 luci di coltivazione a LED con una potenza di 250 Watt ciascuna. Quindi per m2 ci sono 294 Watt di illuminazione sopra i pomodori. Per fare un confronto, ci sono 144 Watt per m2 al di sopra del primo impianto di coltivazione per le verdure a foglia.

Le lampade utilizzate nella disposizione del pomodoro sono dimmerabili. Di conseguenza, è possibile emettere meno luce nella fase iniziale quando le piante sono ancora piccole e hanno meno bisogno di luce. Ciò consente anche di risparmiare energia.

Ci sono circa due mesi tra la realizzazione della prima e della seconda parte del sistema. Quando stavamo installando la seconda parte, la prima parte era già in piena fioritura e i cuochi andavano e venivano a raccogliere i prodotti.

Curioso?

Hai in programma di coltivare le tue verdure e le tue erbe aromatiche per te o per la tua azienda? Puoi contattarci senza alcun impegno. In base ai tuoi piani e allo spazio disponibile, possiamo discutere tutte le possibilità.